Come gestire i propri soldi

Come gestire i propri soldi

Da sempre le persone si interrogano su come investire i propri risparmi, senza perdere soldi e riscontrare delusioni. Se consideriamo poi che, da anni ormai, viviamo una situazione economica piuttosto problematica, la paura del risparmiatore di perdere, quanto con sacrificio e costanza ha accumulato, aumenta a dismisura. L’unico metodo per evitare di ritrovarsi a percorrere tragitti spiacevoli, ci spiegano gli esperti di economia e finanza di Affari Miei, non in grado di garantire le proprie esigenze, è informarsi attentamente, analizzando nel dettaglio i differenti metodi di risparmio proposti dal mercato. Proprio quest’ultimo a volte risulta alienante e, quindi, è indispensabile non lasciarsi ingannare facilmente. Quando avete dei risparmi da investire cercate di agire sempre in base alle vostre esigenze, trovando il metodo che vi rispecchi al meglio. In questo articolo parleremo di una delle soluzioni più sicure presenti sul mercato: i buoni fruttiferi postali, di Poste Italiane.

Proviamo a capire di cosa stiamo parlando. I Bfp sono emessi da Cassa Depositi e Prestiti, e risultano garantiti dallo Stato; quindi appare difficile mettere in discussione la loro affidabilità. Essi sono investimenti finanziari che vanno a costituire, assieme ad altre alternative, il risparmio postale. Possono essere de materializzati oppure cartacei, e li ritroviamo suddivisi in differenti tipologie, ognuna con le sue caratteristiche.  I buoni fruttiferi postali vantano di alcuni benefici, ma non sono esclusi anche alcuni svantaggi. Partiamo enunciando i primi:

  • Sono sottoscrivibile partendo da capitali minimi;
  • Sono piuttosto semplici da comprendere;
  • Non comportano costi di gestione;
  • Non richiedono spese né al momento dell’emissione né a quello de rimborso;
  • Possono essere riscossi a vostro piacimento, senza sottrarre nulla dal capitale investito originariamente;
  • Godono di agevolazione fiscale.

Come affermato precedentemente non sono esclusi alcuni contro, vediamo quali sono:

  • Rendimento basso, non garantiscono, infatti, elevati livelli di interesse;
  • Possibilità ridotta di ottenere denaro in brevi tempi; per questo motivo sono particolarmente ideali per coloro che esigono affidabilità, in termini di sicurezza, ma non aspirano a ricavare tassi di interesse alti.

Abbiamo analizzato, per sommi capi, le caratteristiche fondamentali dei Bfp; non possiamo che rinnovare l’invito ai risparmiatori a riflettere, con attenzione, prima di lasciarsi trasportare dai colpi di scena del mercato.

 

 

 


[fbcomments]