eMuse, l’arte diventa digitale anche in formato e-book

eMuse, l’arte diventa digitale anche in formato e-book

EmuseLe soluzioni tecnologiche e l’innovazione non pongono più limiti né barriere alla fruizione di qualsiasi soggetto culturale; così dopo il materiale musicale e letterario che si è aperto al digitale ampliando le forme di consumo e produzione di prodotti culturali, anche l’arte si apre al digitale.

EMuse nasce nel gennaio 2013, da un’idea di Grazia dell’Oro – direttore editoriale ed editore che intuisce le potenzialità del web e del digitale per facilitare l’accesso a tutti di conoscenze artistiche e artisti altrimenti difficili da far conoscere al pubblico.

La svolta eMuse

I grandi volumi d’arte, ricchi di immagini e curiosità, curati fin nei minimi dettagli non sono sempre alla portata di tutte le tasche. In questo senso, l’impiego del supporto digitale rende più economico e accessibile il mondo dell’arte.

La casa editrice eMuse è tutta al femminile e l’editrice, insieme alle sue collaboratrici si sono poste come ultima sfida l’apertura online della collana “Impronte. Monografie d’arte digitali” e la prima monografia presentata è “Joan Mirò. La poesia della pittura” di Michele Tavola, dedicata al pittore, scultore e ceramista spagnolo Joan Mirò i Ferrà (1893-1983), principale esponente del surrealismo. Si tratta di opere in formato e-book che quindi “alleggerite” dei costi di stampa, distribuzione e spese di magazzino sono vendute direttamente online a costi più contenuti senza rinunciare alla qualità del prodotto. Nella collana dedicata alle monografie ci sarà spazio per tutti, dagli artisti del Rinascimento all’arte contemporanea. I libri sono presentati e venduti sul sito che presenta altre quattro collane (oltre a Impronte che è dedicata alla storia dell’arte), tutte dedicate all’arte contemporanea:

  • Portfolio in cui sono raccolti i reportage fotografici,
  • Psicologia;
  • Migrazione
  • Mosaico

Il futuro dell’editoria e delle librerie online

Con la nascita del self-publishing e delle piattaforme di pubblicazione online, è diventato sempre più facile pubblicare e-book ed immetterli nel circuito di vendita tramite portali come “Amazon”, “Book Republic” ed altri. Le stesse case editrici – dalla Mondadori all’Adelphi – hanno ampliato la propria offerta aprendosi al mercato librario online.

Con la diffusione degli e-reader e degli e-book, si aprono anche nuove opportunità di sviluppo e di lavoro anche per coloro che non sono né scrittori né editori, ma che ambiscono comunque a lavorare nell’ambito dell’editoria, magari come librai e rivenditori.

Grazie all’intuizione di Antonio Tombolini, nel 2006 è nata la piattaforma Simplicissimus Book Farm (SBF) che nasce come “biblioteca online” in cui trovare, scaricare gratuitamente o a pagamento e-book epub di ogni genere e categoria, ma che nel tempo ha sviluppato altri servizi come “Ultima Books”, che offre l’opportunità di aprire una libreria online.

Come funziona una libreria online

Per chi possiede un blog o un sito e desidera guadagnare qualcosa dalla vendita online di e-book, può farne richiesta a Ultima Books e nell’arco di 5 giorni aprire uno spazio all’interno del proprio sito/blog per vendere e-book. Il servizio è gratuito e non occorre avere competenze specifiche in Html o e-commerce. È sufficiente registrarsi, inoltrare richiesta e gestire uno spazio in cui inserire i libri già in commercio che si desidera vendere, suddividerli in categorie o optare per un genere o un filone tematico specifico. Per ogni vendita, si riceverà una percentuale pari al 10% sul prezzo di copertina, al netto dell’IVA. La fatturazione sarà eseguita dalla piattaforma alla quale si è registrati.

È un modo per far circolare gli e-book oltre i soliti circuiti e allo stesso tempo avere un’opportunità di guadagno, seppur minima: il prezzo di un e-book si aggira tra i 0,99 € e i 4,99 €.

Al servizio possono iscriversi anche i librai che oltre a vendere il cartaceo, desiderano aumentare l’offerta attraverso gli e-book. L’acquirente di e-book – può “affezionarsi” alla libreria online proprio come con una libreria fisica soprattutto se trova altri contenuti informativi di interesse o pertinenti.


[fbcomments]